A+ A A-

Settimana VerdAzzurra

 

Nata nel 1994, con lo scopo di far conoscere una porzione di territorio italiano sconosciuto ai più, ha visto fino ad oggi la partecipazione di oltre 2000 persone provenienti da tutte le regioni d'Italia e anche dall'estero. La SETTIMANA VERDAZZURRA a distanza di oltre 20 anni dalla prima edizione si conferma ancora una grande esperienza in condivisione soddisfacente il bisogno di contribuzione.

Ma cosa è di fatto la Settimana VerdAzzurra"?
Non si tratta solo di un vacanza finalizzata ad esplorare nuove terre bensì di un importante momento di partecipazione e di crescita dove i presenti si trovano "qui ed ora" a dover affrontare, non solo attività sportive a contatto con la natura, per la maggior parte dei casi mai praticate, ma anche a dover vivere in maniera completamente differente da quella alla quale si è abituati nella vita " civile". Niente televisione, niente giornali, telefonino solo alcune ore del giorno. E poi, cosa più importante, l'autogestione. Difatti per tutta la settimana il gruppo, che a seconda dei periodi può variare tra le 5 e le 30 persone, deve provvedere in maniera autonoma, alla preparazione dei pasti, alle piccole pulizie e alla courveè. Qualcuno, durante la stagione nel 2009, ha detto, scherzosamente, che il reality televisivo " L'isola dei famosi" è niente in confronto alla VERDAZZURRA.

Ma come si svolge la VerdAzzurra?
La struttura di accoglienza, il NUOVO  RIFUGIO GET, e' la " casa" dei " verdazzurrini" per tutta la settimana di permanenza. Piu' simile ad un rifugio alpino che ad una casa e' essenzialmente arredato, dispone di letti a castello, bagni, acqua calda, cucina. E' situato a 500 metri di quota a circa 1000 dal centro storico di Teggiano ( permettendo un facile approvigionamento di generi di conforto oltreche' di servizi sanitari in caso di necessita'). Un esempio di giornata tipo: sveglia tra le 7 e le 8, colazione preparata dal primo che scende dal letto, preparazione del sacco viveri per il pranzo e poi, massimo alle 9, si parte con pulmino o i pulmini a seconda del numero dei partecipanti, alla volta delle varie destinazioni ( fiume, grotta, spiaggia, monte, torrente).
Le attività sono sempre molto soft: speleologia, rafting, escursionismo a piedi, canoa fluviale, torrentismo. A richiesta escursione a cavallo. Sono previste anche visite alle emergenze culturali del territorio. La sera si rientra sempre a casa tranne una notte destinata ad un addiaccio su un fiume. E come tetto ...un cielo di stelle.. Per le cene e il vitto in generale il compito è a carico dell'organizzazione.

Ma dove si svolge?
Da sempre la "Verdazzurra" si svolge nell'antico territorio dei popoli lucani che si estendeva dalla foce del fiume Sele, in Campania, fino all'isola di Cirella in Calabria. Oggi questo vastissimo territorio comprende oltre che parchi regionali, riserve integrali, oasi, anche tre parchi nazionali. Da nord a sud: Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Parco Nazionale dell'Appennino Lucano-Val D'Agri-Lagonegrese , Parco Nazionale del Pollino. Il più esteso "sistema parchi" d'Europa. Si può immaginare l'innumerevole possibilità di mete escursionistiche. Montagne che superano i 2000 metri di quota, boschi a perdita d'occhio, centinaia di cavità sotterranee, fenomeno carsico diffusissimo, decine di fiumi, torrenti e spettacolari sorgenti ricchi d'acqua tutto l'anno, forre, testimonianze greco-romane-lucane. Dai pini loricati del Pollino, autentici fossili viventi, alla grotta del Dragone, dalle gole del Lao all'orrido di Vallivona, per citare qualche emergenza naturalistica. E poi il mare. Da Agropoli a Pollica, da Palinuro a Scario, da Maratea a Diamante un susseguirsi di spiagge, calette, falesie strapiombanti, dove il turismo balneare, anche in piena estate non è mai così invadente. Nei ritagli di tempo poi, visita alle emergenze storico culturali: dalla grandiosa Certosa di San Lorenzo in Padula, monumento nazionale fin dal 1822 e tra le più vaste d'Europa, al battistero paleocristiano in immersione di San Giovanni in Fonte ( un unicum al Mondo), dalla grotta del Romito nella quale è presente uno dei più antichi graffiti d'Europa al Santuario di Santa Maria delle Armi a dominio della piana di Sibari culla della civiltà magnogreca.

 

NOVITA' 2017  Tutte le settimane possibilita' di volare lungo il percorso del "VOLO DELL'ANGELO" tra i pinnacoli del Parco delle dolomiti lucane.

Estemporanea a Matera, capitale della cultura per il 2019, con escursione nel Parco della murgia materana e delle chiese rupestri.

 

 

Possibilità di abbinare più settimane o una settimana BLUE DIVING

 

Partenze 2017 ( sempre di sabato) 

 

Luglio 8-15-22-29

Agosto 5-12-19-26

Settembre 2



Per ulteriori informazioni in merito scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , specificando nell'oggetto “Settimana VerdAzzurra”.

 

PROSSIMA ESCURSIONE

PROGRAMMA ANNUALE

368127
Copyright © 2013 In viaggio con Ric | Powered by Mari Del Pizzo